your ads here

advertisement

Home » Comunicati stampa » PER LA FICTION “DI PADRE IN FIGLIA” LA RAI HA SCELTO ANCHE LA DISTILLERIA BRUNELLO

PER LA FICTION “DI PADRE IN FIGLIA” LA RAI HA SCELTO ANCHE LA DISTILLERIA BRUNELLO

Nell’autunno del 2015, la Distilleria Fratelli Brunello è stata coinvolta nelle riprese della Fiction “Di Padre in Figlia”, che è trasmessa su Rai Uno a partire da martedì 18 aprile in prima serata per 4 puntate.

È la storia di un patriarca, produttore di grappa, che punta tutto sul figlio maschio, ma che si rivelerà inadatto al ruolo.

Orgogliosi di essere stati scelti – raccontano i Fratelli Brunello -. La nostra distilleria è nata grazie ad una donna”.

 

Nel settembre del 2015 sono iniziate le riprese per la ormatoiction “Di Padre in Figlia”, serie Tv che andrà in onda su Rai Uno in prima serata, da martedì 18 aprile in 4 puntate.

 

La Fiction, che ha segnato il debutto in televisione della sceneggiatrice Cristina Comencini e che porta la regia di Riccardo Milani, racconta il mutamento della condizione femminile in un periodo di tempo lungo 40 anni, dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta, narrando di una famiglia produttrice di grappa. Nel cast protagonisti Alessio Boni, Stefania Rocca, Cristiana Capotondi, Matilde Gioli, Denis Fasolo. La storia è quella di un patriarca, produttore di grappa, che punta tutto sul figlio maschio, ma che si rivelerà inadatto al ruolo, mentre le altre tre figlie dimostreranno di essere all’altezza prendendo in mano le redini dell’azienda di famiglia.

 

Le riprese partite a Bassano del Grappa, hanno coinvolto anche Montegalda poiché alcune scene sono state riprese presso la Distilleria Brunello: “Siamo molto orgogliosi di essere stati scelti perché la nostra distilleria è nata grazie ad una donna, Maria Teresa Marzari e per questo ci siamo sentiti tutti particolarmente coinvolti – raccontano i Fratelli Brunello”.

 

Nella prima puntata diversi momenti sono stati girati presso la Distilleria Brunello, tra cui 3 scene chiave: all’inizio della puntata quando Enrico Sartori (interpretato dall’attore Denis Fasolo) capisce l’importanza dell’invecchiamento della grappa in botti e la fa assaggiare al socio Giovanni Franza (Alessio Boni) il quale, lungimirante, decide di investire risorse e denaro su questa strada.

 

La scena di un raro momento di affetto filiale di Giovanni Franza che fa guidare con orgoglio il trattore all’unico figlio maschio, ancora piccolo, lungo l’argine del Bacchiglione accanto alla Distilleria Brunello.

 

Infine quando Enrico Sartori scopre che l’amico e socio Giovanni Franza ha brevettato a proprio nome il metodo della distillazione in sottovuoto e dell’invecchiamento in legno, escludendolo in pieno e rubandogli quindi la paternità delle innovazioni. Questo fa scaturire un brutale litigio che culminerà con l’inevitabile separazione dei soci: cosa succederà a Enrico Sartori? Lo scopriremo nella prossima puntata!

 

Per le scene girate in Distilleria è stato rimesso in funzione, un antico impianto con caldaia a fuoco diretto, un pezzo d’antiquariato: tutto ciò ha bloccato la produzione di grappa per il periodo necessario alle riprese, ma non ha spaventato i Fratelli Brunello: in fondo hanno solo 177 anni di esperienza alle spalle!

 

Appuntamento, ora, con la seconda puntata, martedì 26 aprile in prima serata du Rai Uno.

Comunicato stampa – Aprile 2017 Montegalda, 5 aprile 2017

Distilleria Fratelli Brunello – Ufficio Stampa
Paolo Brunello paolo@brunello.it – 335 7634818
Giulia Marruccelli press@brunello.it – 347 0452739
www.grappabrunello.it
www.facebook.com/grappabrunello
twitter.com/GrappaBrunello

Comments are closed.