your ads here

advertisement

Home » La degustazione

La degustazione

Come amare una grappa

La Grappa offre un mondo pieno di coinvolgenti aromi e sapori, straordinarie sensazioni a chi le sa apprezzare e capire nella loro più profonda essenza.

La degustazione richiede alcune semplici accortezze per apprezzare appieno ogni sfumatura:

il calice è elemento fondamentale per servirla bene e sentirne gli aromi. Deve essere di vetro sottile, con un disegno aperto a corolla di tulipano.

L’esame visivo farà particolarmente apprezzare la limpidezza e la purezza della Grappa. Non dovremo notare sospensioni nel liquido, che dovrà essere perfettamente trasparente e brillante.

La fase olfattiva è la più importante. Con un po’ di pazienza si impara facilmente a riconoscere e apprezzare la finezza e la quantità dei profumi della Grappa.

Determinante, per un’attenta analisi olfattiva, è trovare la corretta distanza alla quale portare il calice per cogliere correttamente i profumi, quindi effettuare brevi ma frequenti olfazioni, carpendo via via nuove sensazioni.

La fase gustativa è il momento magico. La grappa va assaporata a piccoli sorsi e, una volta in bocca, bisognerà apprezzarne l’armonia e l’equilibrio.

La fase retrolfattiva, è certamente la più intrigante e complessa, e che porta a grandi soddisfazioni: saper cogliere finezza, fragranza e persistenza sono solo alcuni degli aspetti più gratificanti della degustazione di una grappa.

CORSI DEGUSTAZIONE GRAPPE CON ANAG

 

Vuoi imparare anche tu a riconoscere e gustare una VERA grappa?
Iscriviti all’Anag e partecipa ai corsi di degustazione che si svolgono con lo scopo di preparare all’analisi sensoriale della grappa e delle acquaviti attraverso il metodo di assaggio ANAG